I nostri itinerari per trekking e bicicletta

Fra paesaggio e storia

Il Promontorio di Piombino: da Piombino a Populonia e ritorno, lungo l'antica via dei Cavalleggeri, si segue un bellissimo percorso lungo costa che, nel medioevo, veniva praticato a cavallo dai militari per il controllo della costa soggetta a incursioni di pirati. Consigliato per la mountain bike ed abbinabile ad una visita dell'Acropoli e del Castello di Populonia. Rientro seguendo il percorso interno da Il Reciso a Calamoresca. Tempo trekking: 7 ore circa. Lunghezza: circa 14,5 km.

Montioni - Suvereto: dal parco naturale dove Elisa Bonaparte Baciocchi, principessa di Piombino, fece costruire un villaggio attorno alle miniere di Allume, al suggestivo borgo medievale, uno dei primi liberi comuni della Maremma settentrionale, lungo sentieri di bosco, strade asfaltate di campagna e strade in terra battuta, per la maggior parte in pianura. Abbinabile con la visita a Suvereto e a una degustazione di prodotti tipici, come olio, vino e salumi di cinghiale. Lunghezza e tempo del percorso variabile in funzione dei sentieri e delle tappe scelte.

Campiglia - Monte Calvi: dal bel paese medievale di Campiglia Marittima alla cima del monte Calvi, attraverso sentieri di bosco percorribili anche in mountain bike. Giunti sulle pendici del Monte Calvi (646m) il percorso diventa più difficoltoso per il forte dislivello, ma la fatica sarà compensata dalla bellezza del panorama che si può ammirare dalla cima del monte. Tempo trekking: 3 ore e mezza.
Dislivello: H minima 320m (Campiglia M.ma), H massima 646m ( Monte Calvi) Difficoltà: percorso di media difficoltà.
Abbinabile con la visita al borgo medievale di Campiglia Marittima e a una degustazione di prodotti e dolci tipici.


percorsi trekking costa etrusca

San Vincenzo - Campiglia - Venturina in mountain bike: partendo da San Carlo (frazione di San Vincenzo) attraverso il sentiero di bosco, il Corbezzolo, si devia per il sentiero del Ginepro, quindi si costeggia il Parco di San Silvestro su strada asfaltata e si raggiunge Campiglia Marittima. Da Campiglia, si discende e si percorre la strada sterrata via del Mercurio fino a raggiungere Venturina, presso il centro termale del Calidario. L'itinerario presenta alcuni tratti in salita ed un fondo misto: a tratti asfalto, a tratti sterrato e sentieri di bosco in parte segnalati.

San Vincenzo - Baratti: gradevole percorso in piano, su pista ciclabile asfaltata e sterrata, dal paese fino al porticciolo di Baratti, lungo il Parco di Rimigliano che dà ombra al percorso con i suoi imponenti alberi. Il percorso, oltre a svolgersi lungo un tratto di costa ricco di belle vedute, è abbinabile alla visita del Parco Archeologico di Baratti e Populonia.

Tomboli di Cecina e Bolgheri: percorso pianeggiante, sia sterrato che asfaltato, che risale il suggestivo viale dei cipressi che conduce a Bolgheri. Abbinabile con una visita guidata al paese di Bolgheri, in cui visse da bambino il poeta Giosué Carducci.

Cecina - Cecina Mare: facile percorso ad anello su terreno misto, con bei tratti lungo il fiume. Abbinabile alla visita del museo archeologico di Villa Guerrazzi, dove sono esposti, in un interessante allestimento, numerosi reperti, anche rari, di età etrusca e romana.
Il percorso è collegato anche con la pista ciclabile di Vada, che collega il centro del paese con la zona turistica e la foce del fiume Cecina.

Sentiero dei Molini: nei boschi di Castagneto Carducci, il percorso, di difficoltà media (dislivello massimo 420 m) è adatto al trekking ed è lungo circa 6 Km. Lungo il percorso è possibile vedere i ruderi di antichi mulini ad acqua e il cosiddetto Ponte Lungo.

Sentiero del Romitorio (Castagneto Carducci - San Carlo): dai boschi di Castagneto Carducci, si percorrono vecchie mulattiere e sentieri che attraversano la tipica macchia mediterranea ricca di sughere, cerri e roverelle e che si snodano fra le alte colline della zona, dove è possibile vedere resti di antiche costruzioni, fra cui il Romitorio, un'antica sede di eremiti. Percorso impegnativo (dislivello massimo 330 m) è adatto al trekking ed è lungo circa 6 Km.

Via di Segalari: nei dintorni di Castagneto Carducci. Percorso facile (dislivello massimo 142 m) è adatto sia al trekking che alla bicicletta ed è lungo circa 7 Km. Lungo il percorso, che inizia presso Castagneto Carducci, è possibile ammirare il paesaggio e la torre di Segalari, adesso abitazione privata.

Via dei Cavalleggeri: nei dintorni di Donoratico. Percorso facile (dislivello massimo 20m) è adatto sia al trekking che alla bicicletta ed è lungo circa 2 Km. Il percorso, prevalentemente paesaggistico, prende il nome da un'antica strada militare.

Parco forestale di Poggio Neri presso Sassetta, un percorso trekking da mezza giornata alla scoperta dell'antico mestiere dei carbonai e della natura della Val di Cornia.

Castagneto Carducci - Sassetta: dai boschi di Castagneto Carducci, si percorrono vecchie mulattiere e sentieri che attraversano la tipica macchia mediterranea per giungere al paese medievale di Sassetta. Percorso impegnativo (dislivello massimo 320 m) è adatto al trekking e mountain bike ed è lungo circa 8 Km.


PROSSIMI EVENTI
27-07-2017 LA NOTTE DEI DINOSAURI VOLANTI
Dalle 18:00 alle 23:00. presso l’oasi WWF RNR Padule Orti-Bottagone di Piombino, SP 40 Base Geodet...
09-08-2017 CALA VIOLINA BY NIGHT
Escursione guidata all’interno del bosco per raggiungere Cala Violina, cena al sacco al tramonto, ...
09-08-2017 Trekking, storia e mare all'isola del Giglio
Vi proponiamo una piacevole giornata alla scoperta di un'altra meraviglia dell'Arcipelago Toscano: l...







Centro Guide Costa Etrusca • Via Modigliani,2 - Piombino (LI) • C.F. 90030300496 • P.Iva 01644020495